Start-up a vocazione sociale: Circolare MISE

Con Circolare 20 gennaio 2015, n. 3677, il MISE ha fornito chiarimenti in merito al riconoscimento dello status di start-up innovativa a vocazione sociale.In particolare, è stato precisato che, ai sensi dell'art. 25, comma 4, D.L. n. 179/2012, la promozione di iniziative di pubblico interesse è un requisito per riconoscere lo status di start-up a vocazione sociale; tale riconoscimento deve 'necessariamente avere evidenza pubblica attraverso la sezione speciale del Registro delle imprese di cui all'art 25, comma 8, coerentemente con il regime di pubblicità di cui al comma 10 dello stesso articolo, […] tramite autocertificazione da presentarsi alla camera di commercio competente'.

Condividi questa news