Niente subordinazione del lavoratore anche se il predecessore con identiche mansioni era dipendente

In materia di subordinazione, la Corte di Cassazione ha statuito che, ai fini della sussistenza della stessa, è irrilevante il fatto che il predecessore del lavoratore, a parità di mansioni, fosse un dipendente e non un mero collaboratore, dal momento che ogni attività produttiva può essere svolta sia in forma autonoma che subordinata.Nello specifico la Suprema Corte, con la Sentenza n. 1178 del 22 gennaio 2015, ha chiarito che per la configurabilità di un rapporto di lavoro subordinato ha rilevanza soltanto l'eterodirezione del lavoratore, ovvero la soggezione del prestatore d'opera al potere direttivo del datore.

Condividi questa news